Tre gare di inizio stagione 2020

Tre gare di inizio stagione 2020

Il campionato del Mondo SBK è finalmente partito a fine luglio con le prime due gare di Jerez e Portimao. Due trasferte lunghe e impegnative, ma che potevano essere molto positive visto i test di febbraio, prima del Covid, che il team ha effettuato in preparazione della stagione.

Tre piloti per la Scuderia Maranga Racing: Inigo Iglesias, Jarno Ioverno e Indy Offer, tre giovani che possono ben figurare e crescere nella classe più complicata del Mondiale.

Fin da subito, sia a Jerez che a Portimao, Inigo Iglesias ha saputo portare nelle libere la moto del team bolognese nelle prime posizioni, ma non avendo una esperienza delle qualifiche di 15 minuti della 300, venendo dal CEV Moto3 dove hanno 30 minuti, non è riuscito a disimpegnarsi nel traffico, chiudendo arretrato in entrambe le qualifiche. Le due gare sono state sfortunate con due contatti che non hanno permesso il raggiungimento della zona punti, ma il passo gara ha dato ottimi riscontri per il futuro.
Indy Offer invece ha sofferto un problema fisico che lo ha obbligato a saltare entrambe le gare, venendo sostituito a Portimao da un giovane brasiliano che ha ben figurato anche lui alla prima esperienza di Mondiale. Jarno Ioverno invece ha aumentato la sua esperienza nel campionato mettendo le prime basi per una buona crescita.

Ad Aragon, terza gara del campionato, si sono raccolti i primi frutti di un duro lavoro. Inigo Iglesias raccoglie i primi punti mondiali qualificandosi 10° nella griglia di partenza e 12° nella gara, regalando così le prime soddisfazioni. Ottimo week end sempre nelle prime posizioni.

Il rientro di Indy Offer è stato buono migliorando le sue prestazioni come Jarno Ioverno che ha saputo avvicinarsi alla gara principale della 300 Supersport.

Ad Aragon si è potuto anche vedere un quarto pilota, wild card, giovane promessa spagnola, che ha saputo portare la moto della Scuderia Maranga Racing in terza posizione durante le ultime libere del sabato. La poca esperienza ed un contatto nelle prime fasi di gara, sempre molto concitate, non hanno permesso il raggiungimento di un buon risultato ed una caduta ha chiuso anticipatamente le glorie del team e del pilota.

Adesso tutto il team, fermo ad Aragon, aspetta il secondo week end di gare sempre sullo stesso circuito, dove tenterà di migliorarsi e replicare le ottime prestazioni fatte.