Weekend difficile per la Scuderia Maranga Racing a Portimao

Borja Sanchez conclude 20° mentre Perez viene dichiarato “unfit” per un problema al braccio e non prende parte alla gara. Marangoni: “Potenziale della moto ancora inespresso”

Portimao (POR), 8 settembre 2019

Dopo una lunga pausa estiva il Campionato mondiale MOTUL FIM Supersport 300 è tornato in pista sulle “montagne russe” di Portimao, in Portogallo. Ad attendere la Scuderia Maranga per il Round 7 era l’Autodromo Internacional do Algarve, situato nella parte meridionale del paese, a circa 250 km da Lisbona e caratterizzato da tortuosi saliscendi.

Al termine di un weekend iniziato con buone prospettive, il team guidato da Alberto Marangoni ha concluso con un ventesimo posto conquistato da Borja Sanchez, mentre Mika Perez è stato dichiarato “unfit” dalla Clinica Mobile e non ha preso parte alla gara.

Superpole

In sella alle loro Kawasaki Ninja 400 il weekend di Sanchez e Perez è partito con buone sensazioni e con i due spagnoli rispettivamente nono e quindicesimo dopo le prove libere del venerdì. Nella Superpole del sabato Sanchez è riuscito a sfruttare meglio del compagno di squadra il gioco delle scie riuscendo a rompere il muro dell 1’57’’ e piazzandosi diciassettesimo in griglia. Perez, invece, con 1’57.284 è risultato ventiquattresimo.

Gara

Partire da dietro non è mai facile, ma Sanchez si è fatto strada in mezzo al gruppo compatto che caratterizza le gare della Supersport 300.

In una corsa piena di sorpassi, il numero 21 ha combattuto tra la sedicesima e la ventitreesima posizione. A tre passaggi dalla fine, quattro sorpassi in un singolo giro gli hanno consentito di rimontare fino al diciannovesimo posto.

Nell’ultima, tiratissima tornata il pilota di La Coruna si è difeso in mezzo al gruppo, ha perso una posizione tagliando il traguardo ventesimo. Un risultato che purtroppo non gli consente di ottenere punti in campionato.